Un saluto a Thomas e Helga Unterhofer prima della vendemmia

lunedì 29th, agosto 2016 / 07:35 Written by
Un saluto a Thomas e Helga Unterhofer prima della vendemmia

1Caldaro sulla strada del vino, o Kaltern an der Weinstraße, è il paese simbolo della produzione vitivinicola del SudTirol. Uscendo dall’autostrada a Egna Ora e costeggiando le rive dell’omonimo laghetto il passaggio è spettacolare: vigneti e meleti circondati da boschi il tutto in piena armonia con le abitazioni. A Pianizza di sopra, piccola frazione di Caldaro, si trova l’azienda agricola Unterhofer, gestita con amore da Helga e Thomas. Li avevamo conosciuti alla mostra mercato della FIVI a novembre, e sono stati protagonisti della nostra rassegna CASTELLO IN BIANCO con i loro fantastici vini bianchi. Kerner, Sauvignon, Chardonnay e da quest’anno anche Pinot Bianco, sono i loro bianchi d’eccellenza.IMG_4017Vignaioli indipendenti da 10 anni, i coniugi Unterhofer ci hanno accolto nella loro cantina e ci hanno raccontato di come sta procedendo l’annata 2016. Dopo le piogge di giugno il caldo di Luglio e Agosto ha fatto si che l’uva sia bella e sana. Nei vigneti di Caldaro e sopra Bolzano Thomas ha effettuato una grande selezione dei grappoli e l’attacco della mosca suzuki sta rendendo un po’ più difficile quest’annata. IMG_4033
I vigneti più vecchi – più di 35 anni- rendono meno ma regalano uve ricche di estratti e minerali che rendono unici i vini. Thomas conosce bene le sue terre che coltiva da decenni e che sembra quasi gli parlino, indicandogli quando e come interagire con loro. Dopo una breve passeggiata fra i filari a cordone speronato di pinot bianco e fra le pergole di schiava e merlot, ci accomodiamo nel tranquillo giardino di casa per degustare i loro vini.IMG_4036Pinot Bianco 2015, molto fresco e fruttato con note di pesca bianca e fiori di sambuco. Una bella novità per la tenuta altoatesina, che propone un pinot bianco con bassissimo residuo zuccherino e alta acidità. Novità nella tradizione.

Chardonnay 2014, note minerali e di frutta esotica come ananas e mango sono i sentori principali di questo vino prodotto rigorosamente da vecchie vigne e fatto riposare alcuni mesi in botte grande di acacia. Vecchie vigne per un gran prodotto.

Sauvignon 2014, che dire?! Questo è il vino con cui abbiamo conosciuto Thomas e grazie al quale abbiamo iniziato ad amare il suo modo di produrre. Un Sauvignon blanc prodotto in tradizione  e quindi secco e ben equilibrato. Il primo amore non si scorda mai.

Kerner 2012, idrocarburi e note eteree denotano l’apparenza al suo territorio di questo fantastico vino. Complesso e per nulla scontato, esaltato ancora dalla sua freschezza nonostante non sia più giovanissimo. Idrocarburo allo stato puro!

Campenn 2015, una schiava leggera dal colore rosso rubino tenue. I suoi tannino non aggressivi permettono di esser servita anche un po’ più fresca e quindi di renderla ottima per aperitivo o con del pesce di lago. Per finire un rosso.UNTERHOFER

Se siete di passaggio in Alto Adige dovete per forza fermarvi ad assaggiare i vini di WEINGUT UNTERHOFER, non ne rimarrete delusi.

WEINGUT UNTEROFER

Pianizza di sopra 5 Caldaro BZ.

www.weingut-unterhofer.com

A Desenzano potrete gustare i vini di Unterhofer presso i seguenti ristoranti:

LA BISSA,

lungolago Cesare Battisti 77 – 0306364586

LIBERTY 2.0 (presso Hotel Mayer),

piazza Ulisse Papa 9 – 0309914952

A Sirmione presso:

TAVERNETTA CALLAS,

via San Salvatore 030916248thomas unterhoferLe foto sono state gentilmente concesse da Maurizio Costa.

Rispondi

foto golose