Decimo raduno dei Sovversivi del Gusto, a Gavardo (BS) dal 2 al 3 luglio quaranta partigiani del buongusto resistenti all’omologazione

martedì 28th, giugno 2016 / 06:13 Written by
Decimo raduno dei Sovversivi del Gusto, a Gavardo (BS) dal 2 al 3 luglio quaranta partigiani del buongusto resistenti all’omologazione

Il vulcanico Adriano Liloni ha chiamato ad adunata i “Sovversivi del Gusto”. Il cuoco tutt’altro che conformista, capobanda dei resistenti all’omologazione del gusto, ha fissato il decimo raduno nazionale sabato 2 e domenica 3 luglio alla Tenuta Agricola Trevisani, in via Galluzzo 2 a Soprazzocco di Gavardo, per due giornate di degustazioni, musica, cultura e incontri.

Chi sono costoro? Produttori e artigiani provenienti da tutta Italia, che sognano e propongono un modo di concepire in maniera diversa il cibo e i prodotti della terra, sono partigiani del buongusto, rivoluzionari senza far politica. Il gruppo ha preso forma anni fa alla Trattoria Pegaso di Gavardo, durante una cena in cui si ragionava su come valorizzare i formaggi caprini della Valsabbia. Così è nata una rete di produttori e ristoratori, che nel 2006 Liloni, trattore – come ama definirsi – di indiscusso carisma, ha concretizzato nei Sovversivi del Gusto organizzando il primo raduno sull’Isola del Garda. Nati idealmente nel Bresciano, i Sovversivi sono oggi sparsi per tutta l’Italia, accomunati dalla convinzione che possano sopravvivere prodotti buoni, eccellenti, tradizionali e autentici anche all’interno del mercato globale. Le loro storie di resistenza gastronomica sono raccontate anche in due libri fotografici che il Liloni presentò su Rai 2 ospite di Dario Vergassola.

Dalle 14 di sabato alle 21 di domenica (con possibilità di fermarsi alla tenuta a dormire in tenda) il pubblico – ingresso 20 euro a giornata – avrà occasione di incontrare le storie vere del buon cibo del nostro Paese, ma soprattutto di degustare e, volendo, comprare olio extra vergine di oliva, formaggi di mucca e capra, vini, birre, prodotti da forno, mieli, aceti (di miele e balsamici), dolci, cioccolata, pasta, conserve, salumi e molte altre tipicità. Una quarantina di produttori che portano sapori con un’anima e c’è chi arriverà, coadiuvato da un gru, con un forno a legna da sei quintali per mostrare la cottura del pane.

In calendario anche alcuni seminari, gratuiti ma su prenotazione: sabato alle 20 e domenica alle 14 c’è “Conoscere il Miele” con Lodovico Valente (Albo Nazionale Esperti di Analisi Sensoriale del Miele); domenica alle 11 una lezione sull’olio extra vergine di oliva con l’Associazione O’Live & Italy e Maria Paola Gabusi, in contemporanea anche un corso sugli abbinamenti dei formaggi; domenica alle 16 inoltre l’attrice Francesca Garioni presenta “La gola” di Mattia Torre.

Per informazioni: Adriano Liloni 340.3825028 o Mauro Trevisani 329.8071694

L’evento su Facebook

 

Rispondi

foto golose