Il vino è vera promozione turistica: fondamentale il suo racconto tra enogastronomia e territorio

mercoledì 16th, marzo 2016 / 09:01 Written by
Il vino è vera promozione turistica: fondamentale il suo racconto tra enogastronomia e territorio

La più bella promozione turistica del territorio è quella dei Consorzi del vino. Il vino è espressione della terra, ne è cura e poesia (vedasi l’Oltrepo). Nei giorni scorsi, in occasione dell’Anteprima di Lazise con Bardolino, rosso e Chiaretto, e Lugana, parecchi giornalisti, soprattutto stranieri da 25 Paesi, sono stati ospiti sul Garda per mano dei due Consorzi che gli hanno fatto vivere la vera essenza enogastronomica e paesaggistica, con tour tra le cantine, assaggi culinari fantastici, visite ai vigneti, alle colline e ovviamente con tappe sul lago.

Ci sono le fiere, i tour operator, la promozione degli albergatori, ma poter far vivere i sapori e i colori di un territorio come il Garda è la cosa più importante, ancora di più oggi che i voli e le nuove mete low cost distraggono i turisti altrove. Se per qualche decennio il lago è stato la prima meta per i tedeschi, oggi si può tranquillamente guardare per esempio alle più economiche Slovenia e Croazia. Però il lago ha il suo fascino discreto, sobrio, dove l’eleganza degli alberghi e i nuovi b&b “country chic” piuttosto che le struttura a 4 stelle sono forse solo un contorno di servizio, tra l’altro ripetibile altrove, ovunque nel mondo.

01-20160305_204918

100 Lugana dal 2015 al 1997 per promuovere vino e territorio

L’unicità del territorio gardesano, in particolare della fetta morenica a sud, area più sinceramente di campagna, sta proprio nei suoi paesaggi. Il Garda è un affascinante piccolo mare, contornato tuttavia di cemento. Allora sono proprio le esperienze uniche e i racconti di questi giornalisti e blogger a far sognare e invogliare i nuovi e vecchi turisti. Il loro racconto è fondamentale.

Una fortuna poter far assaggiare, per esempio, un buon risotto al Lugana all’agriturismo di Ca’ Lojera e due preparazione moderne di pesce di lago come quelle proposte da  Andrea Costantini, executive chef dell’hotel Regina Adelaide e del ristorante Regio Ratio di Garda, ed Enzo Ninivaggi, pugliese di origine, executive chef del ristorante La Veranda del Color Hotel di Bardolino.

La ricchezza dell’Italia, del Garda, sono i paesaggi, la storia e il relativo lascito artistico e culturale e, anche se non servirebbe ricordarlo, la qualità e varietà dell’enogastronomia. Unici sono la fortuna e il piacere di poter per esempio assaggiare prima una Lugana 2015 e poi un Lugana 1997. Se non proponiamo e diffondiamo queste eccellenze, allora si può solo raccontare il Garda con uno sguardo al passato e alle sue limonaie, citando sempre Goethe.

1 Comments on “Il vino è vera promozione turistica: fondamentale il suo racconto tra enogastronomia e territorio

Rispondi

foto golose