A Lazise il 6 e 7 marzo anteprima congiunta di Bardolino, rosso e Chiaretto, e Lugana, che stimola un confronto tra chef sul pesce dai due nomi: il coregone-lavarello

venerdì 04th, marzo 2016 / 18:12 Written by
A Lazise il 6 e 7 marzo anteprima congiunta di Bardolino, rosso e Chiaretto, e Lugana, che stimola un confronto tra chef sul pesce dai due nomi: il coregone-lavarello

Il Lugana e il Bardolino – rosso e Chiaretto – della vendemmia 2015 si presentano al pubblico insieme. I due Consorzi di tutela domenica 6 e lunedì 7 alla Dogana Veneta di Lazise propongono al pubblico la nuova annata dei loro vini. Saranno presenti ben 90 produttori con circa 300 vini in degustazione. Per il Bardolino e il Chiaretto è l’ottava edizione dell’Anteprima, per il Lugana si tratta della prima volta. Oltre all’anteprima dei vini della vendemmia 2015, sono previste l’annata 2014 e una serie di degustazioni guidate di altri precedenti millesimi. La prima giornata è aperta al pubblico dalle 10 alle 18, la seconda è riservata agli operatori dalle 14 alle 21 (info su www.anteprimalazise.it)

Le denominazioni di origine del Lugana e del Bardolino sono state tra le prime ad essere istituite in Italia. Il Lugana, che si sviluppa su cinque comuni fra Lombardia e Veneto, è stato riconosciuto nel 1967. La doc del Bardolino, che interessa sedici comuni del Garda veronese e del suo entroterra, è del 1968. Le due zone confinano lungo la direttrice del fiume Mincio, emissario del lago di Garda. In tutto, si tratta di 4500 ettari di vigneto specializzato, di cui 3000 per il Bardolino e 1500 per il Lugana.

Oggi il Bardolino è sesto per produzione fra le doc rosse italiane e il Lugana è settimo fra le bianche, mentre il Bardolino Chiaretto è leader assoluto fra i vini rosati a menzione geografica. Complessivamente i tre totalizzano vendite annue pari a 42 milioni di bottiglie, di cui 17 milioni di Bardolino, 15 di Lugana e 10 di rosato, per un fatturato annuo globale pari a 125 milioni di euro, distribuito fra le due denominazioni.

Fra gli ingredienti dell’Anteprima di Lazise anche un confronto tra due eccellenti cuochi del Garda con un vino, il Lugana, e un pesce gardesano dai due nomi, il coregone-lavarello. L’idea del confronto fra chef è stata lanciata da Carlo Veronese, direttore del Consorzio del Lugana: se il Lugana è infatti un po’ lombardo e un po’ veneto (la zona di produzione è a cavallo fra le due regioni), c’è nelle acque gardesane un salmonide che è noto come coregone fra i bresciani e come lavarello tra i veronesi. Stesso pesce, due nomi diversi e due cuochi: Andrea Costantini, executive chef dell’hotel Regina Adelaide e del ristorante Regio Ratio di Garda, ed Enzo Ninivaggi, pugliese di origine, executive chef del ristorante La Veranda del Color Hotel di Bardolino.

1 Comments on “A Lazise il 6 e 7 marzo anteprima congiunta di Bardolino, rosso e Chiaretto, e Lugana, che stimola un confronto tra chef sul pesce dai due nomi: il coregone-lavarello

Rispondi

foto golose