Impressioni da Fornovo, vini di vignaioli che fanno discutere

venerdì 06th, novembre 2015 / 11:06 Written by
Impressioni da Fornovo, vini di vignaioli che fanno discutere

Vini di Vignaioli porta a Fornovo di Taro (PR) decine di produttori di vini che rifiutano di usare prodotti chimici di sintesi e di intervenire nel lavoro di cantina con pratiche enologiche invasive.
L’intento di questi produttori è di creare vini che siano “figli” del territorio, con il massimo rispetto dei cicli della natura, per creare innanzitutto un prodotto sano, con precise caratteristiche di salubrità e leggerezza, mettendo in secondo piano aspetti che oggi vanno tanto di moda e hanno reso il vino una specialità quasi esoterica. Sono agricoltori a tutti gli effetti, ma ragionano in termini artigianali e non imprenditoriali, producendo mediamente 20-30mila bottiglie.
I cosiddetti vini “naturali” si pongono idealmente l’obiettivo di evitare tutte o la maggioranza di manipolazioni legate all’utilizzo di numerose sostanze: lieviti industriali, acidi e tannini artificiali, stabilizzanti e antisettici (come i famosi solfiti), additivi enologici (colla di pesce, enzimi…), mosto concentrato rettificato (o saccarosio), ecc. Inoltre, il vino può subire trattamenti chimici e/o fisici: filtrazioni, riscaldamenti, centrifughe… Non dimentichiamo i numerosi residui di pesticidi, concimi e altre sostanze non presenti in natura.
I VINI NATURALI c’è chi li ama e chi li odia. Per alcuni puzzano e altri si perdono nei sentori rustici di vini torbidi. Poi ci sono quelli che non puzzano per niente, quelli estremi per scelta e quelli in cui l’errore vorrebbero farlo passare come caratteristica, accaduto in questa edizione, riscontrando troppi vini ridotti con puzze disgustose.
I difetti dei vini spiegati dai produttori come piacevoli caratteristiche? Credo faccia male ai produttori che credono realmente in quello che fanno e producono vini che non hanno bisogno di puzzare per dimostrare quanto sono naturali o biodinamici, allontanando la gente dal vino convenzionale.
Il vino naturale non fa mai male!

Stefano Belli, ideatore di "Vino In-dipendente"

Stefano Belli – Sommelier Ais, ideatore dell’evento Vino In-dipendente a Calvisano

 

Rispondi

foto golose