Cuvée du Président: il presidente d’Algeria si accontenta di così poco?

martedì 03rd, novembre 2015 / 18:56 Written by
Cuvée du Président: il presidente d’Algeria si accontenta di così poco?

Dal nome avevo grandi aspettative, anche perché mi era stato decantato – da chi me lo ha proposto – come un grande vino assaggiato molti anni prima. Riavuta una cassa in omaggio, abbiamo stappato il rosso vin d’Algerie Cuvée du Président (uve Mascara, Dahra, Médéa e Tlemcen). Alla prima impressione lo stile non è certo quello della grande bottiglia. Al naso ci sono una nota legnosa, una nota fruttata e in bocca, più delicato che vellutato, svanisce quasi subito, con una lieve acidità. Un vino senza fronzoli, di facile beva, probabilmente in Italia lo si potrebbe trovare in tante quotidiane trattorie. Il nome lasciava intendere chissà quali soddisfazioni organolettiche, invece il presidente algerino pare accontentarsi di poco e noi, a cena finita, siamo rimasti abbastanza delusi: io per le mancate aspettative, lui per aver portato per anni nei ricordi un vino probabilmente più buono come tanti ricordi del passato.

Potreste farne a meno? No, dovrebbe essere il gioiello della produzione algerina, se vi capita assaggiatelo: meglio togliersi la curiosità, perché la mia potrebbe essere stata una selezione sfortunata o male conservata…

Rispondi

foto golose