Profumi di Mosto celebra una vendemmia a cinque stelle: domenica 11/10 tour enogastronomico in 20 cantine del Garda bresciano

giovedì 08th, ottobre 2015 / 22:42 Written by
Profumi di Mosto celebra una vendemmia a cinque stelle: domenica 11/10 tour enogastronomico in 20 cantine del Garda bresciano

In questi giorni sono vivi i profumi del mosto in fermentazione, proemio di un vino che si prospetta ottimo. Normale conseguenza di un’annata calda, ma comunque bagnata, che ha fatto arrivare nelle cantine uve sanissime. Per festeggiare la fine della vendemmia ormai quasi del tutto alle spalle, come da tradizione, il Consorzio Valtenesi organizza domenica 11 ottobre Profumi di Mosto.

Il tour enogastronomico nelle cantine, da San Felice a Desenzano, da Bedizzole a Moniga, era stato pensato 14 anni fa dopo un’estate funestata dalla grandine: i produttori volevano mostrare al territorio che il vino in cantina comunque c’era. Ora è un evento atteso, lo scorso ben 1500 enoturisti si sono aggirati tra le cantine per una giornata in bilico tra gusto, ambiente e cultura, tra degustazioni di vino, assaggi gastronomici e paesaggi collinari e lacustri.

Quest’anno ad aprire le porte sono 20 aziende e, dopo un 2014 troppo bagnato, sarà una vera e propria festa perché la campagna di raccolta è stata molto positiva: alcune aziende hanno ancora qualche uva sulle vigne, tutta sanissima, per sfruttare l’escursione termica di questi giorni.

“L’annata è generosa e fortunata – dice Alessandro Luzzago, presidente del Consorzio Valtènesi – e i profumi di mosto sono molto intensi. Abbiamo vendemmiato uve bellissime. Con un’annata siccitosa abbiamo dovuto gestire i problemi di scarsità dell’acqua, la poca pioggia estiva è arrivata nel momento giusto e vigne di 8 o 10 anni sono riuscite comunque a prendere l’acqua negli strati più profondi”.

Il Groppello, vitigno autoctono dell’areale che rappresenta il 55% della produzione, è arrivato alla raccolta con un ottimo contenuto zuccherino, maturazione fenolica perfetta, buone acidità e, grazie al sole, con la buccia in ottime condizioni: ci si aspetta vini aromatici e intensi sul frutto, Chiaretti fragranti di fiori bianchi e agrumi con sapori estremamente armoniosi e soffici. Però niente proclami altisonanti. “Non si può dire – prosegue – che sarà l’annata del secolo, ma ci sono tutte le premesse per ottimi rossi e chiaretti”.

Secondo le stime del Consorzio Valtènesi (che tutela le Doc Valtènesi, Garda Classico, Riviera del Garda bresciano e San Martino della Battaglia) nelle cantine sono arrivati 50mila quintali di uva per 4 milioni di bottiglie, con in primo piano il Chiaretto Valtènesi, su cui punta molto il Consorzio prendendo come esempio qualitativo il rosé provenzale. Secondo le prime stime, sul fronte quantitativo il comprensorio ha fatto registrare un incremento della produzione nell’ordine del +15% circa rispetto allo scorso anno: considerata tuttavia l’eccezionalità delle condizioni climatiche che hanno gravato sul 2014, si può dire che con la raccolta di quest’anno il comprensorio ritrova in buona sostanza i suoi quantitativi medi. Il bel tempo ha consentito di programmare perfettamente le operazioni di raccolta prestando attenzione unicamente all’aspetto qualitativo.

Con tutte le premesse per un’ottima annata, gli enonauti sono convocati a radunata per la 14esima edizione di Profumi di Mosto, tradizionale festa di fine vendemmia sul Garda bresciano in programma quest’anno domenica 11.

Profumi di Mosto

La formula dell’evento è la stessa delle passate edizioni. Le 20 aziende che dalle 11 alle 18 apriranno le porte ai visitatori sono suddivise in tre percorsi: ognuna proporrà in degustazione alcuni vini della propria produzione, dai rossi a base Groppello, l’autoctono della riviera, all’immancabile Chiaretto. Abbinati ai vini alcuni piatti della tradizione locale, preparati da chef di ristoranti della zona, o ad alcune golosità gastronomiche delle cantina o a prodotti di altre aziende agricole gardesane. Saranno soddisfatti anche i vegetariani.

Ogni percorso costa 25 euro, comprensivi di sacca e bicchiere e tappa al grande banco d’assaggio a Villa Galnica a Puegnago, dove alle 19 ci sarà il brindisi finale il concerto dei The Teen Town. In totale 9 degustazioni. Nel percorso A ci sono Antica Corte ai Ronchi di Bedizzole, Monte Cigogna e Civielle di Moniga, La Basia di Puegnago, Le Chiusure di San Felice, Redaelli De Zinis di Calvagese, Selva Capuzza di Desenzano e un jolly per altri percorsi; percorso B Le Gaine di bedizzole, Cà Maiol e Citari di Desenzano, La Guarda di Muscoline, Pasini San Giovanni di Puegnago, Pratello di Padenghe e due jolly; percorso C Avanzi di Manerba, Scolari di Puegnago, Cobune di Pozzolengo, Costaripa di Moniga, La Torre e Tenute del Garda di Calvagese, Pietta di Muscoline e un jolly. Per info: info@profumidimosto.it o 346,8721189.

In vista di Profumi di Mosto Luzzago da un consiglio: “Ogni anno assaggiate i vini – dice – senza preconcetti e a mente libera, il livello medio dei vini sta crescendo di anno in anno”.

Rispondi

foto golose