Riso, zafferano e persico

martedì 01st, settembre 2015 / 18:01 Written by
Riso, zafferano e persico

La semplicità, condita da materie prime di qualità, mi piace, affascina e appaga. Senza cercare evoluzioni culinarie d’avanguardia, perché talvolta ci vuole molto meno, meglio uno sguardo attorno, capacità di sintesi, creatività e conoscenza delle tecniche proprie mestiere. Adoro i risotti, ma c’è chi li fa bene e chi li fa perfetti. So di aver già accennato a questo piatto in passato, ma lo apprezzo talmente tanto che non posso non riproporlo; anche perché talmente deliziato dalla sua eleganza ho voluto fosse proposto al pranzo del mio matrimonio.

Nel giro di un anno sono stato parecchie volte all’Antica Cascina San Zago di Salò (BS) e questo risotto, anzi al momento il solo ricordo è un gioia. Il riso, come per ogni cuoco che si rispetti, è perfettamente cotto e, come per ogni grande cuoco, i chicchi sono sgranati e non slegati, ossia legati da una mantecatura delicata ed equilibrata.

Il risotto allo zafferano (di Prevalle) e persico (del Garda, a filetti, fritto) è un esempio di cosa questa fetta di territorio bresciano di lago e valli possa offrire nelle cucine di chi non si abbandoni sempre e comunque a piatti, ricette, ingredienti onnipresenti. Il Garda è storicamente terra di agrumi, oggi più un mito del passato, e quando quel risotto esce dalla cucina dello chef Carlo Bresciani, alla prima forchettata, si scoprono pure i profumi degli agrumi.

Rispondi

foto golose