L’ottavo Filmfestival del Garda strizza l’occhio a Expo con la serie Food & Film

martedì 07th, luglio 2015 / 16:47 Written by
L’ottavo Filmfestival del Garda strizza l’occhio a Expo con la serie Food & Film

Abbandonate le edizioni invernali, il Filmfestival del Garda si conferma grande appuntamento culturale per l’estate gardesana con proiezioni ed eventi che per questa VIII edizione si protraggono da maggio a novembre, quando ci sarà un omaggio al poeta e drammaturgo francese Jean Tardieu, e nell’anno di Expo 2015 anche il FFG15 strizza l’occhio all’Esposizione Universale.

Dopo i laboratori per le scuole di San Felice del Benaco a maggio e l’inaugurazione ufficiale a fine giugno al Cinema Nuovo Eden di Brescia, entrano nel vivo Le Giornate del Filmfestival del Garda, il format con cui da tre anni si sono allargati e sviluppati i confini delle tematiche che hanno contraddistinto le prime edizioni.

Venerdì 10 luglio si apre FFG versus EXPO con la già apprezzata rassegna Film and Food – Abbiamo il cinema in pancia, che abbina proiezioni con cene a tema. Il primo appuntamento è alla Cantina Pasini San Giovanni in via Videlle 2 a Raffa di Puegnago (per info e prenotazioni 340.3913110) con la proiezione de ll sale della terra (2014) di Win Wenders. La pellicola è ispirata alla potenza lirica della fotografia di Sebatiao Salgado e il risultato è un documentario monumentale, che traccia il percorso artistico e umano del fotografo brasiliano. Un film appassionante e di lancinante bellezza, una riflessione sulla condizione umana.

Prima della proiezione, alle 20.30 ci sarà l’aperitivo: dalla Cantina Pasini San Giovanni
saranno proposti il Centopercento Extra Brut Metodo Classico e il Chiaretto Valtènesi 2014; dalla cucina dell’Osteria della Cantina mini panzerotti classici con pomodoro e mozzarella, tramezzino tirato alle verdure e maio al curry, strudel salato di pasta sfoglia dell’Osteria, frittatina con verdure di stagione e pasta fredda con mozzarella, pomodorini e olive taggiasche. A seguire alle 21.30 il film.

Per la stessa serie venerdì 17 sarà proiettato The hundred-foot journey – Amore, cucina e curry (2014) di Lasse Hallstrom all’Hotel Belvedere in via Ungaretti 2 a Manerba, che accoglierà anche le prossime serate della rassegna. Si prosegue venerdì 31 con Chef – La ricetta perfetta (2014) di Jon Favreau, il 7 agosto ci sarà Noi e la Giulia (2014) di Edoardo Leo e il 21 agosto ospiterà quindi un classicissimo: Casablanca (1942) di Michael Curtiz. Il 9 ottobre si torna alla Cantina Pasini San Giovanni con La Cuoca del presidente (2012) di Christian Vincent e l’11 ottobre infine all’Hotel Laurin in via Angelo Landi 9 a Salò per la serie classici del cinema sarà proiettato Colazione da Tiffany (1961) di Blake Edwards.

Per la serie FFG e Grande Guerra l’8 agosto alle ore 21 nella corte del municipio sarà proiettato l’ultimo lavoro di Ermanno Olmi Torneranno i prati (2014), racconto del conflitto sugli altipiani del fronte Nord-Est nel 1917.

Senza voler ricordare qua tutto il programma per il quale rimandiamo il sito (www.filmfestivaldelgarda.it), segnalo solo la maratona notturna cinematografica, un classico del FFG estivo. Nel cortile della Fondazione Cominelli venerdì 14 agosto dalle ore 21 ci saranno le Proiezioni Supine: si inizia con un film a sorpresa e a seguire due apprezzati lavori di Sophie Fiennes con il filosofo Slavoj Zizek Guida perversa al cinema (2006) e Guida perversa all’ideologia (2012) e infine per lo Spazio grandi classici il mitico Ghostbuster | 30th Anniversary (1984) di Ivan Reitman.

Le proiezioni sono a ingresso gratuito, tranne che per la rassegna Film and Food (20 euro l’apericinema alla Cantina Pasini San Giovanni e all’Hotel Laurin, 30 euro la proiezione con cena all’Hotel Belvedere). Tutti i film sono in lingua originale con sottotitoli in italiano e in inglese.

In alto una scena di The hundred-foot journey – Amore, cucina e curry

Rispondi

foto golose