Desenzano AgriCultura Festival, dal 17 al 19 aprile tanti eventi per coltivare l’agricoltura e raccogliere il futuro.

domenica 12th, aprile 2015 / 14:29 Written by
Desenzano AgriCultura Festival, dal 17 al 19 aprile tanti eventi per coltivare l’agricoltura e raccogliere il futuro.

Nelle sale del civico Museo Rambotti è conservato il più antico aratro del mondo, quasi a simboleggiare un’antica tradizione di questo paese con l’agricoltura. A conferma di questo rapporto da venerdì 17 a domenica 18 la cittadina ospita la quarta edizione dell’AgriCultura Festival, scritto con la “u” proprio per parlare di agricoltura in una prospettiva anche culturale.

A essere coinvolta è tutta Desenzano, da Villa Brunati a Palazzo Todeschini, dal centro storico alle scuole con l’obiettivo di raccogliere e far conoscere esperienze diverse nel rispetto della cultura del territorio, per far accrescere la sensibilità di ognuno di noi verso un’agricultura intesa come cultura della natura e dell’uomo.

aratro Museo Rambotti Desenzano

I temi di quest’anno sono biodiversità, sostenibilità e fertilità. Nell’anno internazionale dei suoli, proclamato dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite e di Expo Milano 2015, il Comitato AgriCultura Festival e il Comune di Desenzano del Garda hanno organizzato un’edizione che dedica molto spazio ad approfondimenti legati all’agricoltura e alla viticultura biologica e al rispetto della terra per il futuro del pianeta.

mercato7 (1)

Nei tre giorni a Desenzano, terra molto più agricola di quanto spesso si pensi, ci saranno dibattiti, aperitivi itineranti, spettacoli, dibattiti, mercati, laboratori e mostre. “Ripartire dalla terra e dalla sua cura – spiega Marialuisa Monesi del comitato organizzatore – è una priorità, da perseguire attraverso azioni di formazione informazione dalle scuole all’intera società. Per questo il programma prevede iniziative differenziate”.

Il motto dell’edizione è “coltiviamo l’agricoltura per raccogliere il futuro” che ben si riflette su una Desenzano che nel Museo civico archeologico Rambotti ospita “l’aratro più antico del mondo” e dove ben 33 kmq del territorio comunale (circa il 76%) sono agricoli.

Nei tre giorni gli eventi sono tanti, noi segnaliamo venerdì dalle 15 in Piazza Malvezzi un mercato-scambio di germogli e sementi biologici e dalle 19 la Disfida della (Bio)Polpetta, apericena itinerante con due percorsi di 6 tappe, ciascuna con polpette abbinate a vini biologici del Garda (costo 8 euro). La mattina dopo alle 9.30 un confronto su alimentazione e salute, nel pomeriggio alle 15 invece le testimonianze di produttori di vino, del lago e non, che hanno scelto il biologico; sempre nel pomeriggio il concorso “El me salam l’è pö bù del tò” a cura dell’Associazione Noaltèr de la rìa del Lac. Domenica alle 15 all’Azienda agrituristica biologica Montecorno Belvedere un bel laboratorio sul miele: “Le api e il miele dal fiore all’alveare dall’alveare al vasetto. La smielatura in diretta”. Tanti anche gli eventi collaterali che animeranno la manifestazione. Per dettagli sul programma www.agriculturafestival.it.

Rispondi

foto golose