Capriano del colle si dimostra una DOC che esalta i giovani: SAN MICHELE

giovedì 30th, ottobre 2014 / 09:10 Written by
Capriano del colle si dimostra una DOC che esalta i giovani: SAN MICHELE

Che la piccola DOC bresciana del Capriano del Colle stia regalando grandi soddisfazioni dal punto di vista dell’innovazione e della qualità non ci lascia per nulla sorpresi, infatti dopo LAZZARI abbiamo visitato l’azienda SAN MICHELE DANESI. Un’azienda gestita da giovani appassionati che hanno saputo creare vini di alta qualità sperimentando nella tradizione. I vigneti sono tutti attorno all’azienda, che si trova sul Montenetto a Capriano del Colle e affiancati ai classici marzemino e trebbiano vengono lavorati anche vitigni meno locali come il merlot, lo chardonnay e l’incrocio Manzoni. Veniamo accolti da Mario Danesi nella bellissima e moderna sala degustazione dell’azienda. Mario con orgoglio ci racconta tutti i vini prodotti che svariano dai bianchi Netto e Corso ai rossi Canto, Riserva 1884 e Nubes dal particolare passito M a base di marzemino.

IMG_1719Il NETTO è bianco Capriano del Colle DOC a base trebbiano 100% (di cui 20% da vendemmia tardiva) con affinamento totalmente in acciaio. Il colore giallo paglierino ne esalta la luminosità e i profumi di frutta matura e la mineralità ne esaltano il gusto. Un classico della produzione bresciana, con un tocco di modernità data dalla percentuale di vendemmia tardiva.

IMG_1718

Il CORSO deve il suo nome all’appezzamento di vigneto da cui derivano le sue uve. Chardonnay, Sauvignon e Incrocio Manzoni sono unite per creare questo vino giallo paglierino con riflessi dorati che ci ha stupito per la sua complessità gusto-olfattiva. I profumi di pesca e mela royal gala si uniscono ai frutti tropicali come ananas e banana, abbracciando leggeri sentori di fiori di sambuco e salvia. La prorompente acidità è la caratteristica prevalente di questo vino, che rompe gli schemi con la produzione classica della zona.

Il SARAI 2012, 100% marzemino affinato in acciaio e cemento, è stato recentemente premiato con il Sole dalla guida Veronelli (assegnato esclusivamente a 20 vini). Il colore è rosso rubino con lievi riflessi violacei, i profumi di frutta rossa e prugne si abbracciano a note minerali di grafite. Un vino derivante da terreno calcareo argilloso, per questo al gusto la parte minerale è predominante pur esaltando la nota fruttata. La tradizione viene rispettata, permettendo così di elevare questo vino all’eccellenza.

IMG_1721
Un’azienda moderna poco conosciuta dal mercato locale, che da sempre si dimentica di questa zona di assoluta qualità. Noi di VivaBacco 2.0 siamo certi delle potenzialità di questa azienda di vignaioli, e sicuri che il nome SAN MICHELE sarà sicuramente sinonimo della futura eccellenza bresciana.

IMG_1722

Se siete interessati all’azienda SAN MICHELE il loro sito è www.sanmichelevini.it e questo il loro profilo facebook.

Rispondi

foto golose