Refosco dal Peduncolo Rosso 2010 di Tenuta Luisa, un’autoctono dall’emozionante personalità

venerdì 24th, ottobre 2014 / 11:30 Written by
Refosco dal Peduncolo Rosso 2010 di Tenuta Luisa, un’autoctono dall’emozionante personalità

La prima impressione al naso, il primo sorso: un’emozione. Il Refosco dal Peduncolo Rosso 2010 di Tenuta Luisa mi ha spiazzato, sorpreso, emozionato. L’antico vitigno del Friuli in purezza è la dimostrazione che il miglior modo per valorizzare un territorio e l’operato di chi lavora la terra è vinificare in purezza le uve autoctone, che, quando aziende sanno il fatto loro, si traducono in un vino autentico e inconfondibile.

L’azienda di Mariano del Friuli (GO) lavora per valorizzare i vini del territorio, nel rispetto della natura lavorano una terra soffiata da quel freddo vento che è la Bora e dal quel vento caldo che è lo Scirocco. Il miglior modo per riassumere la mia ottima impressione è quello di citare la stessa azienda: “Molti possono offrirti un buon vino, pochi possono regalarti un’emozione”.

Il Refosco dei Luisa è vinificato in purezza e, dopo la fermentazione, rimane in parte 10 mesi in botti d’acciaia e in parte altrettanto in botti di legno, per poi fare altro affinamento in bottiglia per almeno 4 mesi. Rubino cupo, al naso offre un profumo intenso, ricco, fruttato sopratutto con frutti di bosco e mora; in bocca è molto deciso, vivace, complesso e raffinato, piacevolmente asciutto e dal tannino vellutato. Dalle terre note per i bianchi, uno di quei rossi da stappare almeno una volta: soprattutto per ricredersi, come me, se si pensa al Friuli come terra di soli bianchi.

Prezzo: sotto i 10 €.

Refosco Luisa

Rispondi

foto golose