Un mese di festa per il Marrone di San Zeno DOP: chiusura l’8 e il 9 novembre con il concorso nazionale dei dolci a base di castagne

sabato 18th, ottobre 2014 / 06:42 Written by
Un mese di festa per il Marrone di San Zeno DOP: chiusura l’8 e il 9 novembre con il concorso nazionale dei dolci a base di castagne

Il comune di San Zeno di Montagna si veste a festa per il suo “figlio” più prezioso: il Marrone D.O.P.. Per un mese intero il piccolo e incantevole borgo alle pendici del Baldo diventa capitale nazionale della castagna: dal 18 ottobre al 2 novembre, va in scena ogni fine settimana la tradizionale Festa annuale con il mercatino dei sapori e la mostra mercato, per arrivare al gran finale dell’8 e il 9 novembre quando, per la prima volta, ospiterà il Concorso nazionale di dolci a base di castagne.

La 42° Festa della Castagna e l’11° edizione della “Mostra Mercato del Marrone” sono il più importante appuntamento dell’anno: in questa occasione verrà venduta direttamente dal produttore al consumatore praticamente l’intera produzione di Marrone di San Zeno D.O.P., pari a circa 100 quintali nel 2014, purtroppo più limitata rispetto agli anni precedenti a causa delle condizioni climatiche avverse dell’estate.

La Festa è l’occasione per far scoprire a tanti turisti Marrone di San Zeno D.O.P., tutelato dall’omonimo Consorzio nato nel 2003 che riunisce più di 40 produttori di marroni i ristoratori e il comune di San Zeno, ma è anche un modo per apprezzare un territorio unico che ha moltissimo da offrire. “Il nostro principale obiettivo – afferma il presidente Simone Campagnari – è sostenere l’economia della montagna affinché la gente, soprattutto i giovani, non se ne vadano ma rimangano a coltivarla, curarla e amarla come solo chi ci è nato sa fare. Perché è attraverso l’agricoltura che si tutela e mantengono il territorio, la flora e la fauna. La montagna è aria sana, tranquillità e prodotti naturali, è qualità di vita”.

Marrone San Zeno

Fitto il programma degli appuntamenti che per tre fine settimana – il 18/19 ottobre, il 25/26 ottobre e il 1/2 novembre – attenderanno i visitatori. Pezzo forte è il mercatino dei sapori, dove si potrà degustare il Marrone di San Zeno D.O.P. in tutte le molteplici vesti: semplicemente arrostito (brustolè) o lessato nell’acqua o come ingrediente base di diverse ricette (come il castagnaccio, la confettura, il tronchetto), accompagnate da un buon bicchiere di vino locale. La tradizione gastronomica baldense vanta anche alcune gradevolissime ricette a base di castagne: la più caratteristica è senza dubbio quella del minestrone di marroni, rustico e saporito, protagonista di un vero e proprio premio che verrà assegnato a chiusura della manifestazione .

La novità del 2014 è il Concorso “Marroni, castagne e farina di castagne in cucina: I DOLCI”, promosso in collaborazione con l’amministrazione locale e l’Associazione Nazionale Città del Castagno (www.cittadelcastagno.it). Il concorso è nato a Castione di Brentonico nel 2006  e da quella edizione ha girato tutta Italia fino a toccare quest’anno San Zeno: è stato ideato con lo scopo di valorizzare il Marrone, la Castagna e i loro derivati, attraverso lo stimolo alla presentazione di antiche o nuove ricette per mantenere vivo l’interesse su una produzione autunnale. Potranno partecipare chef, associazioni o altri enti, ristoranti, pasticcerie, casalinghe, appassionati presentando ogni tipologia di dolce o dessert.

La denominazione di origine protetta Marrone di San Zeno ha ottenuto la registrazione europea nel 2003 e nello stesso anno si è costituito il Consorzio di Tutela del Marrone che riunisce oggi 45 soci. Questo marrone sisi presenta con una forma ellissoidale e con una caratteristica “buccia” sottile, lucida e di colore marrone chiaro con striature più scure e non può essere venduto “sfuso”: a garanzia della qualità, il Consorzio di tutela chiude infatti ogni singolo sacco con un apposito sigillo, una vera e propria “carta d’identità” a difesa del cliente.

Rispondi

foto golose