La migliore etichetta del 2014 è del Bardolino di Bigagnoli

lunedì 17th, marzo 2014 / 19:06 Written by
La migliore etichetta del 2014 è del Bardolino di Bigagnoli
Il Chiaretto di Bigagnoli

Il Chiaretto di Bigagnoli

L’occhio vuole la sua parte, ben prima che il vino arrivi nel bicchiere e da 18 anni a Verona, in attesa della più famosa fiera dedicata al vino, si svolge il Concorso Internazionale Packaging di Vinitaly che premia le migliori etichette. La migliore del 2014 è quella del Bardolino Doc Classico 2013 dell’Azienda agricola Bigagnoli di Calmasino di Bardolino.

L’azienda veronese si è anche si aggiudicata il “Premio speciale packaging 2014” per la categoria vini rosati: quella della Bigagnoli (Onice Design di Stefano Torregrossa di Sona, VR) è una bella trovata, al limite del psichedelico, ipnotica. Nel marketing enologico l’immagine della bottiglia riveste un importanza notevole e deve sempre più tenere conto dei mercati ai quali ci si rivolge e al consumatore finale che si vuole raggiungere. Il concorso premia lo sforzo al miglioramento continuo della propria immagine.

Tra le tante aziende bresciane spicca l’abbigliaggio di Olivini di Desenzano: primo premio nella sezione vini bianchi per il Lugana Doc 2013, con un etichetta con le tradizionale bande orizzontali che caratterizzano il marchio. Da segnalare anche il secondo posto tra gli spumanti per il Franciacorta Docg Brut de La Riccafana di Cologne (semplice e rilassante). Per gusto personale trovo molto elegante il vincitore dei rossi più invecchiati, il Barbera d’Asti Docg Superiore 2011 Giordano Vini, la cui etichetta ha un non so che di raffinata nobiltà.

Ora non che resta che stapparli.

Rispondi

foto golose