L’Arca di Noè, anzi di Mastrojeni

giovedì 06th, febbraio 2014 / 06:00 Written by
L’Arca di Noè, anzi di Mastrojeni

L'Arca di Noè, MastrojeniSalvare una specie di pinguini o di balene può aiutare la pace nel mondo? Sì, perché è un problema anche politico quello dello sfruttamento del territorio e il diplomatico italiano Grammenos Mastrojeni nel suo ultimo libro “L’Arca di Noè” rivolge un pressante invito ad aprire gli occhi: non tutto è perduto se saremo in grado di fare scelte coraggiose, a partire da noi stessi.

Il volume è stato pubblicato a fine gennaio per i tipi di Chiarelettere (368 pagine, 15,90 euro) e stasera a Manerba sarà presentato in un incontro promosso dall’associazione Viva Valtenesi, sempre attenta all’attualità politica, sociale e ambientale del nostro Paese oltre che del Garda, parlando spesso anche di ecosostenibilità, un tema caro anche a Mastrojeni, che oggi è ambasciatore a Teheran.

Il diplomatico di carriera, collaboratore del Climate Reality Project fondato dal Premio Nobel Al Gore, già insegnante di Soluzione dei conflitti in diverse università e Ambiente, risorse e geostrategia all’Università di Ottawa, presenterà di persona “L’Arca di Noè”, riassumibile così: nuocere all’ambiente non fa male solo all’ambiente.
“In un ecosistema, ossia un fragile equilibrio chiuso in cui ciascun fattore reagisce alle alterazioni subite dagli altri, – dice Mastrojeni – tutto è collegato con tutto e pertanto non è così strano che la distruzione di una foresta abbia conseguenze sulla povertà, oppure sul rispetto dei diritti umani o persino sulla pace. In gioco non c’è la salvezza di alcune specie rare di pinguini o di balene: la corsa allo sfruttamento del territorio è un problema politico, non solo ambientale”. Il territorio come bene comune da difendere diventa così un valore per superare la crisi mondiale, un equilibrio ambientale per lo sviluppo e la pace.

L’appuntamento è stasera alle ore 21 nella sala municipale di Palazzo Minerva in piazza Aldo Moro a Manerba, ingresso libero.

Rispondi

foto golose