Risotto alla carbonara

giovedì 09th, gennaio 2014 / 17:48 Written by
Risotto alla carbonara

Esistono cose che le menti umane faticano a concepire, come l’evoluzione della specie. Facciamo un esempio culinario.

A- Vieni a cena da me stasera?
B- Sì, va bene. Che vino porto?
A- Almeno chiedimi prima cosa faccio da mangiare?
B- Ah, hai ragione.
A- Bisogna dare sequenzialità alle cose. Preparo un risotto alla carbonara, una delle mie specialità.
B- Vabbè, dai quella la faccio anche io. Per una pastasciutta… è facile.
A- Non hai capito, risotto. Comunque la carbonara va fatto con cura, con l’uovo cotto è oscena.
B- Con la carbonara non mi dispiace un bianco, qualcosa come un Vermentino.
A- Ho detto risotto alla carbonara…
B- Un Vermentino?
A- Risotto!
B- Cosa, cosa, cosa? Risotto? Alla carbonara?! Oddio, serve alla salvezza eterna?
A- Ora hai capito bene. Risotto alla carbonara. Non è una di quelle ricette che trovi sulle riviste da parrucchiere.
B- Non ci credo, come lo fai?
A- Lo vedrai. Porta un rosso, qualcosa come…
L’evoluzione della specie. La pasta alla carbonara ha un’origine mitica, il risotto si è sviluppato lungo una via che in pochi riescono a concepire. Ecco il risotto alla carbonara, visto anni fa su Gambero Rosso Channel.Ingredienti per 4 persone:
350 gr di riso Carnaroli
150 gr di pancetta dolce
4 tuorli di uova di quaglia
mezzo bicchiere di vino bianco
brodo vegetale
salvia
pecorino e Parmigiano
8 fette di lardo

risotto alla carbonara
Tritate la cipolla e fatela imbiondire in un poco d’olio con della salvia spezzettata , poi aggiungetevi la pancetta a cubetti e fatela rosolare lentamente: ricordate di mettere pochissimo olio, il grasso del maiale potrebbe essere copioso. Tostate il riso per 5 minuti, spruzzatelo con mezzo bicchiere di vino bianco, cuocete con brodo vegetale. Mantecate con pecorino e Parmigiano, mettete il coperchio e lasciate riposare un paio di minuti. Ora è il momento di impiattare: prendete una coppetta, posizionatevi dentro due fette di lardo rivestendola, mettete il riso e richiudete il fondo con il lardo che fuoriesce dai bordi della ciotola; ribaltate il tutto nel piatto e in cima posizionate il tuorlo.
Il lardo si scioglierà lentamente col tepore del risotto e per il palato sarà un piacere.

1 Comments on “Risotto alla carbonara

Rispondi

foto golose