San Valentino vuol dire Chiaretto Valtènesi

giovedì 14th, febbraio 2013 / 14:17 Written by
San Valentino vuol dire Chiaretto Valtènesi

moniga-del-garda-chiaretto109Oggi si potranno stappare le prime bottiglie del Valtènesi Chiaretto dell’ultima vendemmia, la seconda dall’introduzione della nuova Doc. Il déblocage nel giorno degli innamorati è stato fissato nel disciplinare per concedere al vino il tempo per maturare ed avere più tenuta e stabilità.

La nuova onda rosa piace prima di tutto ai produttori, che sono i primi a doverci credere, perché la nuova denominazione richiede innanzitutto un impegno tra le vigne: rispetto alle precedenti e note produzioni rosate è stata aumentato al minimo del 50% l’utilizzo di uve Groppello, il vitigno tipico della riviera gardesana, mentre le restanti sono quelle dei vitigni coltivati in zona: Marzemino, Barbera e Sangiovese.

Oggi comunque il Valtènesi Chiaretto compie un anno ed è tempo dei primi bilanci. Le cantine del comprensorio ci credono e hanno deciso di investire nella nuova denominazione che nella versione rosata potrebbe spegnere la candelina con una produzione raddoppiata: secondo le stime consortili pronto a sbarcare sul mercato ci sarebbe un primo quantitativo potenziale di poco inferiore alle 240 mila bottiglie, pari al 68% della produzione totale di Chiaretto, comprendente anche la denominazione Garda Classico.

Dopo l’avvio prudente dello scorso anno, le prospettive sono per un incremento della tipologia: nell’annata 2012, quella del debutto con i vini della vendemmia 2011, il nuovo prodotto non era andato oltre una percentuale potenziale del 23%. Il tutto consolida una tendenza favorevole ai rosati, che il Chiaretto della sponda bresciana del Garda cavalca dal 2002: da quell’anno ad oggi la produzione è raddoppiata, passando da poco meno di mezzo milione di pezzi agli attuali quantitativi, ben superiori alla soglia del milione di bottiglie.

“Non c’era probabilmente modo migliore per festeggiare il primo compleanno del Valtènesi Chiaretto e per ripresentarsi sul mercato – afferma il presidente del Consorzio Valtènesi – Garda Classico Sante Bonomo -. Se infatti lo scorso anno l’avvio della tipologia è stato graduale, come era del resto lecito attendersi, quest’anno assistiamo ad una partenza decisamente alla grande”.

Rispondi

foto golose